logo

Prodotti in evidenza

Type what you are searching for:

Blog Standard

Protezione degli occhi dal sole

  La protezione degli occhi dai danni causati dal sole è un aspetto fondamentale nella scelta degli occhiali giusti. Il nostro punto di vista ed i nostri suggerimenti per la scelta migliore … Quando si è deciso dia acquistare gli occhiali da sole non bisogna mai aver fretta. Bisogna prima provare numerosi modelli, lasciarsi consigliare da personale esperto e serio. Porre la giusta attenzione sulla comodità degli occhiali ma soprattutto verificare che le lenti siano realizzate con materiali di qualità certificata e che siano provviste degli adeguati filtri ai raggi Uv. Bisogna partire sempre dalla protezione degli occhi. E’ una buona regola verificare dunque la protezione degli occhi ai raggi Uv. La robustezza della montatura, la visibilità. Tutto questo è importante forse ancor più dell’aspetto estetico. Protezione degli occhi dalla eccessiva esposizione al sole. L’esposizione eccessiva al sole, può provocare danni (anche gravi) ai nostri occhi, è bene non sottovalutarne il rischio. Cataratte, infiammazioni di varia natura ed entità, ma anche possibili tumori da scongiurare o stimolare. Per evitare tutto ciò gli occhiali giusti devono avere una protezione ai raggi uvb almeno del 99% ed ai raggi uva di almeno il 95%. Pessima protezione degli occhi garantita se decideremo di indossare occhiali da sole di bassa qualità, ne subirà le conseguenze la nostra vista. La protezione degli occhi sarà impossibile da garantire. Le lenti scure di bassa qualità limitano l’apporto di luce che arriva all’occhio, causando una dilatazione della pupilla, poi non bloccando i raggi UVA o UVB, permetteranno la penetrazione dei raggi nell’occhio attraverso la...

Approfondisci

Gli occhiali da sole “giusti”

Occhiali da sole, come scegliere quelli giusti? Cosa bisogna ricercare nella forma, nelle lenti, nei colori per esaltare al massimo il volto di chi li indossa?  … alcuni nostri suggerimenti utili. Gli occhiali da sole sono uno di quelli accessori in grado di trasformare (quasi da solo) il look di una persona. Nel bene o nel male. Bisogna cioè scegliere quelli giusti, altrimenti il risultato sarebbe un impoverimento del look anziché una esaltazione. Certo, può far comodo seguire la moda, ma è ancora più importante mettere al centro di ogni scelta la consapevolezza delle proprie forme. Occhiali da sole “giusti”: Prima regola – attenzione alla forma del viso. Occhiali da sole per i visi tondi In questo caso è bene evitare che le guanciotte tonde vengano ancor più messe in evidenza. Diventerebbero l’unico tratto del viso ad essere esaltato. Pessima scelta. In questa situazione la scelta giusta è senz’altro su occhiali da sole squadrati, con un forma quadrata o rettangolare. Ancor meglio se gli occhiali da sole avranno una montatura sottile nel suo spessore dando maggior risalto al design degli occhiali. In questo modo sposteremo l’attenzione dello sguardo verso i lati del volto. Occhiali da sole per visi a triangolo In questo caso non vale più la regola delle forme inverse. E’ meglio scegliere occhiali da sole con una forma che segua il viso. E’ una buona scelta se la montatura sarà più importante nella parte alta. Questo viso per la sua conformazione può permettersi gli occhiali ad occhi di gatto, quelli con le lenti allungate verso l’esterno....

Approfondisci

La miopia: cos’è

La miopia è un difetto/errore di messa a fuoco dell’occhio. La sua presenza provocherà difficoltà nella visione da lontano. Ad oggi però la scienza ha fatto passi da gigante e quindi esistono diverse tecniche per poterla correggere, in modo rapido e assolutamente indolore. La miopia è un difetto visivo che provoca difficoltà nel vedere gli oggetti distanti, mentre non da problemi con gli oggetti da vicino. Non è assoggettata ad una normale malattia, a meno che non superi un numero determinato di diottrie. E’ un difetto refrattivo che può svilupparsi fin dall’infanzia e che si modifica col passare degli anni. La miopia può essere associata anche ad altri difetti visivi, come l’astigmatismo e la presbiopia, e tende a stabilizzarsi dopo i 18 anni. L’occhio affetto da miopia mette a fuoco le immagini davanti alla retina, determinando pertanto una percezione dell’immagine non nitida. Questo può accadere perché la curvatura della cornea o del cristallino è maggiore rispetto alla norma o perché il bulbo oculare risulta essere un po’ più lungo del normale. La miopia: i diversi livelli critici La miopia può essere semplice o elevata. La sua gravità si misura in diottrie. In generale, si può distinguere in miopia semplice (se il difetto visivo è inferiore alle 6 diottrie) e miopia elevata (quando il difetto di refrazione va oltre le 6 diottrie). La miopia elevata è definita anche miopia patologica o degenerativa ed è provocata da un eccessivo allungamento del bulbo oculare. In alcuni casi, la miopia patologica potrebbe comportare l’insorgenza di alterazioni retiniche e compromettere in maniera molto grave...

Approfondisci

Presbiopia: cos’è

La presbiopia è uno dei difetti della vista più “antipatici” da dover affrontare. Antipatico per due motivi: 1) per il fastidio di non vederci bene, di non mettere a fuoco, di dover allungare le braccia per leggere un articolo o leggere un messaggio sul telefonino. 2)  Perché segna il passare del tempo. Perché è un difetto che si manifesta intorno ai 40 anni. Perché ci dice che stiamo invecchiando. E’ un difetto decisamente “antipatico”. Presbiopia: come si manifesta Appena compiuti i 40 anni di solito si presenta il problema. Leggere un giornale o un messaggio sul telefonino vuol dire allungare le braccia sempre di più, fino al massimo della loro lunghezza. Come un robot. Ma poi, anche questo espediente non basta più. La presbiopia incombe. Le braccia ad un certo punto non bastano più per leggere nitidamente, la presbiopia ha vinto. Benvenuto nel club degli anta sembra dire, con la sua fastidiosa presenza. La presbiopia è un disturbo visivo che interessa chiunque a partire dai 40-45 anni di età. Gli oggetti ravvicinati cominciano ad apparire sempre più sfocati. A questo punto per vedere chiaramente i caratteri o i numeri che stai che stai cercando di leggere, devi allontanare maggiormente le braccia dagli occhi. Naturalmente, non puoi allungare le braccia oltre una certa distanza. La presbiopia: cosa provoca nell’occhio Nell’occhio, proprio sotto l’iride, si trova il cristallino, che contribuisce a riflettere, a far convergere, la luce negli occhi e a trasmetterla alla retina. Funziona come l’obiettivo di una macchina fotografica che si regola per mettere gli oggetti a...

Approfondisci